Gli agglomerati.

L’ agglomerato è un materiale edile composto da materie prime naturali, che vengono frammentate meccanicamente e mescolate ad acqua, cemento e colorati con ossidi naturali, successivamente vengono pressate in modo da renderle compatte. Il sottostrato è in calcestruzzo. In edilizia  l’ agglomerato è impiegato per realizzare lastre,  piastrelle, elementi di arredo urbano, ecc.

Alcune aziende hanno migliorato  il  processo di mescola degli inerti  utilizzando prevalentemente graniti e porfidi unendoli  a cemento bianco ad alta resistenza. Una granulometria opportunamente studiata e un controllo della dosatura dei componenti, garantiscono la compattezza e la resistenza pressoché pari a quella dei graniti.   

Un prodotto interessante, riconducibile alla famiglia degli agglomerati, ottenuto con tecnologie d’avanguardia, è il Silipol. Questa lastra ottenuta dalla mescola del calcestruzzo  con materiali lapidei abilmente abbinate e lavorate è stata utilizzati da numerosi studi di architettura  per la realizzazione delle finiture di  importanti progetti.

Il Silipol può essere considerato  un prodotto ecologico, composto da elementi naturali, senza additivi sintetici ed è totalmente riciclabile: l’applicazione delle lastre di Silipol al concetto di risparmio energetico delle facciate ventilate completa la visione di rispetto dell’ambiente e di architettura in cui crede la ditta che oggi produce le marmette in Silipol, la Mariotti di Arena Po.

Il Silipol insieme allo Sferogranito offrono i vantaggi del calcestruzzo in uno spessore contenuto e in una compattezza unica per via della pressatura a cui viene sottoposta, dunque una durabilità che porta a una pulizia  e manutenzione programmata contenute, stabilità dimensionale che evita le problematiche da dilatazioni termiche, compattezza e massa che eliminano problemi di fragilità dell’elemento sia dal punto di vista fisico sia rispetto agli agenti atmosferici, flessibilità in produzione, grazie alla facilità di modificare i componenti  della miscela, dei formati, delle armature e delle finiture estetiche, potenzialità di applicazione di nuovi componenti nell’impasto o sulla superficie.

La ridotta necessità di manutenzione e la conservazione nel tempo delle caratteristiche iniziali sono i requisiti essenziali  per trarre il massimo vantaggio dalla realizzazione di facciate ventilate con la tecnologia Silipol e sferogranito. Sotto il profilo estetico l’utilizzo di manufatti di media dimensione dà l’opportunità al progettista di realizzare prospetti con tessiture di diverse  pigmentazioni e non vincolate alla sola posa a “sorella” tipica di altri prodotti.

Un involucro esterno costituito da elementi Silipol e sferogranito grazie alla propria massa collabora in modo determinante all’ottenimento di elevati valori di isolamento acustico, consentendo di rientrare facilmente nei valori richiesti dai recenti ordinamenti.